The LINK QUARTET

21 febbraio 2017

Deluxe edition of The Link Quartet “4″ album digitally remastered out now on Tanzan Music

Deluxe edition of The Link Quartet “4″ album, originally released by Hammondbeat Records in 2011. This new edition features two exlusive bonus live tracks (previously unreleased) and has been digitally remastered.
OUT NOW on Tanzan Music

LINE-UP:
Renzo Bassi: bass
Paolo Apollo Negri: keys, percussion & devices
Marco Murtas: guitar
Alberto Pato Maffi: drums & percussion
GUESTS:
Tameca Jones – vocals on #3
Arnaldo Dodici – vocals on #5 #8 #11
Hellfire Horns: Erik Telford – trumpet / Marcus Cardwell – saxophone / Tom Hays – trombone
Simon Rigot – sitar on #12


Listen on Spotify

29 gennaio 2016

Ascolta “Quattro Pezzi Facili” su Area Pirata

A pochi giorni dall’uscita del nuovo EP “Quattro Pezzi Facili” prevista per il 15 febbraio 2016, potete ascoltare i brani e leggere la recensione sul sito AREA PIRATA.

22 luglio 2014

Paolo Apollo Negri endorser Studiologic

Ho cercato per anni un clone Hammond che avesse il giusto feeling e urlasse come il mio A-100, con il Numa Organ finalmente l’ho trovato!
Così dichiara Paolo Negri e per le sue prossime esibizioni live sceglie NUMA ORGAN, la fantastica replica di una tastiera anni 50′ che oggi segna la rinascita dell’organo elettromagnetico a ruote foniche.
Leggi tutto l’articolo sul sito ekomusicgroup .

17 aprile 2014

Hotel Constellation tra i più scaricati da Amazon

In questi giorni il nuovo album del Link Quartet “Hotel Constellation” è arrivato a posizionarsi fino al quarto posto nella classifica dei più scaricati per la sezione Funk Rock.
Seguite la classifica aggiornata e se volete votate il disco.

27 marzo 2014

Sweet review from the Monkeyboxing Empire!

E’ ufficiale, il nuovo album Hotel Constellation sarà distribuito in Giappone da Calentito (MUsic Distribution + PR) che lo annuncia con un’ottima recensione.

16 marzo 2014

Pochissimi giorni all’uscita del nuovo album Hotel Constellation


Pochissimi giorni all’uscita del nuovo album “Hotel Constellation”.
Martedì 01 Aprile presentazione ufficiale al “Lo Fai” di Piacenza con tanti amici, aperitivi, Dj’s, Miss Modus ecc.
Da giovedì 03 aprile, minitour live che toccherà Brescia, Verona, Marghera e gran finale, domenica 06 aprile, sempre a Piacenza al “Sound Bonico”.

Nel frattempo cominciano ad arrivare le prime recensioni e ve ne segnaliamo alcune:

Da Rockit

… i pezzi veri e propri sono veramente di altissima qualità, soul e funk mescolati al punto giusto, con Miss Modus a tenere banco da una parte e dall’altra Paolo “Apollo” Negri (che non sarebbe esagerato definire il miglior hammondista italiano) a svisare sulle tastiere, tra scale jazzeggianti memori del miglior Brian Auger (“Stop calling”, “Love safari”) e groove di ascendenza hendrixiana (“Barbarella”)…

Dal blog TonyFace

… l’album è una poderosa dimostrazione di forza compositiva che fa compiere al Link Quartet un prodigioso passo avanti rispetto al “solito” soul funk strumentale da sempre peculiarità della band, tra le migliori interpreti mondiali del genere.
Dal synth 70‘s funk della title track all’extreme sexy funk di estrazione blaxploitation (dalle parti di Betty Davis) di “Silhouette”, alla rilassata ballata soul “Second skin”, al travolgente space funk in odore di Eumir Deodato della conclusiva “Tears don’t fall”, alla “nuova “Spooky” (ricordate i Classic IV ?) che sembra essere il lounge beat di “Love safari”, l’hammond beat hendrixiano di “Stop calling” e “Barbarella”, è un susseguirsi di eccellenti brani in grado di esplodere dal vivo grazie soprattutto all’indiscutibile tecnica della band guidata da Paolo Apollo Negri.
Album in grado di far compiere al Link Quartet il salto decisivo al di fuori del consueto ambito 60′s oriented verso orizzonti ben più ampi.